che lavoro cerchi? in quale settore ? dove?  
 

Formazione esperienziale: imparare mettendosi in gioco

scritto da mauropepe il 14/10/2017 alle 09:15

La formazione esperienziale dimostra che l’apprendimento non passa solo attraverso i libri e le lezioni frontali. Sedersi in aula non è il solo modo per imparare, soprattutto in ambito aziendale. Vivere un’esperienza, entrare in contatto con realtà concrete e operare, da solo o in team, per la realizzazione di un obiettivo, spesso lascia maggiormente il segno. Da questo assunto nasce l’approccio esperienziale alla formazione aziendale che coinvolge sia gli aspetti razionali e cognitivi che quelli emotivi e fisici dei partecipanti.



Formazione esperienziale diamo una definizione

La formazione esperienziale si differenzia dall’apprendimento tradizionale per l’utilizzo del gioco e delle metafore per sperimentare dinamiche di gruppo e del singolo. Grazie alla conduzione di un debriefing adeguato da parte dei docenti, i partecipanti possono prendere consapevolezza dei loro punti di forza e delle aree di miglioramento e analizzando quanto accaduto durante l’esperienza è possibile fornire strumenti utili da applicare al contesto lavorativo. Proprio per il coinvolgimento diretto e attivo del partecipante e l’efficacia dell’approccio per l’apprendimento, sempre più aziende scelgono questa strada per formare i propri collaboratori, per far emergere peculiarità personali o per accrescere lo spirito di squadra.

Tipologie di intervento

Come si realizza, nella pratica, la formazione esperienziale? Possiamo intanto distinguere tra attività all’aperto e al chiuso (indoor training e outdoor training). Appartengono a questo tipo di approccio i cosiddetti “giochi di Icebreaking” ovvero occasioni ludiche necessarie a rompere letteralmente il ghiaccio con i partecipanti. Questi momenti servono da introduzione alla formazione vera e propria, dove la componente del divertimentoè un elemento molto importante. La formazione esperienziale si avvale, infatti, di giochi di ruolo, giochi per sviluppare la comunicazione, eventi di team building e vere e proprie manifestazioni. Si possono organizzare cooking show, spettacoli teatrali o momenti sportivi. Oltre al coinvolgimento diretto e attivo del partecipante, l’obiettivo di questa metodologia è porlo davanti a sfide sempre nuove, in cui egli dovrà fare appello a tutte le sue risorse, compresa una certa dose di creatività. La concretezza di quest’approccio è un’altra caratteristica che migliora l’apprendimento. Attraverso la formazione esperienziale, infatti, l’attenzione del soggetto è concentrata sul “qui e ora” che gli offre l’opportunità di auto valutarsi e di vedere, immediatamente, gli effetti delle proprie azioni.

Obiettivi della formazione esperienziale

La formazione esperienziale si basa su un approccio multicanale. Il partecipante, infatti, apprende coinvolgendo non solo la mente ma anche mettendo in gioco le emozioni e il proprio corpo. Più si sentirà coinvolto, maggiore sarà la possibilità di apprendere dall’esperienza che sta vivendo. Gli obiettivi della formazione esperienziale sono molteplici:

  • Sviluppare o potenziare le capacità di problem solving
  • Migliorare la capacità di gestire il tempo e le priorità
  • Fornire strumenti atti a ridurre lo stress
  • Regalare momenti di svago per migliorare le performance
  • Potenziare la fiducia in se stessi
  • Rafforzare l’orientamento agli obiettivi
  • Accrescere la collaborazione all’interno di un team di lavoro
  • Favorire la comunicazione e l’ascolto reciproci

Conoscere la formazione esperienziale

Master e corsi specializzati permettono a chi si occupa di formazione di conoscere questa nuova via all’apprendimento. Destinatari di questi percorsi formativi possono essere responsabili delle risorse umane, conduttori di gruppi di lavoro, psicologi, formatori, insegnanti e neolaureati che desiderino intraprendere la carriera di formatore. Attraverso giornate di approfondimento e corsi qualificati è possibile specializzarsi nel settore della formazione esperienziale e lavorare presso le agenzie che si occupano di questo settore.

Imparare naturalmente

L’apprendimento è un processo naturale. Sin da bambini impariamo dall’osservazione dell’altro e soprattutto dal contatto fisico e dal coinvolgimento diretto. Quello che impariamo nel corso della vita lo assimiliamo in maniera graduale, attraverso l’analisi dei nostri errori, auto valutando le nostre azioni. La formazione esperienziale si basa sulla naturalità del processo formativo creando momenti di intensa partecipazione affinché si possano conoscere al meglio le proprie potenzialità e i propri limiti. Solo così, attraverso la conoscenza di sé, sarà possibile dare il meglio nella vita e, di conseguenza, nel proprio lavoro.


Segnala questo annuncio !
Condividi su FaceBook Condividi su Twitter
LASCIA UN COMMENTO

nome
email
sito web
commento
Captcha ASP image test against automated form submission Digita i caratteri che vedi nell'immagine


Questo articolo non ha commenti
JobLetter
nome:  
 
email  
 
Digita i caratteri che vedi nell'immagine
Captcha ASP image test against automated form submission
 

 
A portata di click