che lavoro cerchi? in quale settore ? dove?  
 

Climatizzatore auto intasato o rotto? Ecco come muoversi

scritto da mauropepe il 22/08/2016 alle 11:24

Se vi si è rotto il climatizzatore auto state tranquilli: non avete di certo bisogno di un carroattrezzi roma (se i vostri problemi dovessero essere invece un po' più seri fareste bene a visitare www.carroattrezzi.roma.it - sito web). Ma allora cosa si deve fare quando un climatizzatore per auto è rotto, e soprattutto, da cosa ce ne accorge in maniera inequivocabile?

 

Di solito ci si accorge che qualcosa non va dal momento in cui dalle bocchette non esce più aria fredda. La causa in questo caso potrebbe essere dettata dal filtro antipolline che tende ad intasarsi facilmente, ma potrebbe anche avere una qualche correlazione con il liquido refrigerante che per esempio può essersi terminato.



Se siete finiti vittime del primo caso fareste bene a farvi sostituire il filtro recandovi in concessionaria, mentre nel caso in cui dovesse essersi finito il liquido refrigerante potreste anche procedere col rimbocco in maniera completamente autonoma (nei negozi, nelle concessionarie, nei punti vendita che si occupano di pezzi di ricambio auto o anche su internet è facilissimo trovare un kit fai da te con tanto di liquido refrigerante).

 

In ogni caso, è la prassi che i filtri dell'aria vengano cambiati durante il tagliando, per cui con un tagliando regolare è davvero molto improbabile che il condizionatore dell'auto finisca vittima di un qualche problema (a meno che il meccanico non faccia finta di non avere visto nulla!). Diciamo quindi che relativamente ai problemi di filtro intasato o di liquido mancante, la cosa la si risolve in quattro e quattro otto! Cosa quindi diversa rispetto alla procedura, un po' più costosa e un po' più complessa, di un climatizzatore che dovesse essersi rotto nel vero senso della parola e per il quale sarebbe necessaria la sostituzione in toto del pezzo!

 

Tra l'altro l'idea di un climatizzatore rotto potrebbe abbattervi un po' perché si parla di un lavoro che è tendenzialmente più costoso rispetto a quello che un automobilista medio potrebbe mai pensare. Se il condizionatore non è solo ed esclusivamente intasato o scarico e deve magari essere sostituito a seguito della rottura del compressore, dovete sapere infatti che l'officina potrebbe chiedervi un conto piuttosto salato da pagare: parliamo di una spesa che si aggira con facilità tra i 500 e i 700€ per un compressore nuovo, e tra i 200€ e i 300€ se ci si accontenta di un compressore non propriamente nuovo e originale ma rigenerato.


Segnala questo annuncio !
Condividi su FaceBook Condividi su Twitter
LASCIA UN COMMENTO

nome
email
sito web
commento
Captcha ASP image test against automated form submission Digita i caratteri che vedi nell'immagine


Questo articolo non ha commenti
JobLetter
nome:  
 
email  
 
Digita i caratteri che vedi nell'immagine
Captcha ASP image test against automated form submission
 

 
A portata di click


 
Ultimi annunci inseriti